Pista Ciclabile S. Bibiana

Pista Ciclabile S. Bibiana

Una pista ciclabile “in piena regola” con tanto di simbolo della due ruote e striscia bianca. E’ spuntata a Roma, nel tunnel di Santa Bibiana, tra l’Esquilino e il quartiere universitario di San Lorenzo. L’iniziativa è stata realizzata da uan decina di cittadini-volontari per diminuire i rischi dei tanti ciclisti che devono percorrere il traforo. Così armati di pennelli e di stencil il ‘Gruppo di Cittadini Promotore’ ha tracciato il percorso. E su un cartello affisso ne ha spiegato i motivi: “Il sindaco Marino, che è sensibile al problema perchè usa la bici, capirà sicuramente e raccoglierà subito la nostra domanda di sicurezza, ovunque è possibile farlo a costo zero. A partire dal tunnel di S. Bibiana”.

See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/media/Roma-a-San-Lorenzo-arriva-la-ciclabile-fatta-dai-cittadini-Il-costo-Solo-140-euro-aa41de87-3610-4c5e-8b0e-75b005db9463.html

Piazza di Porta di San Lorenzo, Roma

Cinema America

Cinema America

La sala nel cuore di Trastevere ha cessato le proiezioni ufficiali nel 1999 e, come il Teatro Valle, era luogo di un’occupazione storica nella Capitale. Lasciato per 14 anni in stato d’abbandono, il 13 novembre del 2012 il cinema era stato occupato. Recentemente il ministro dei Beni Culturali aveva richiesto il vincolo di interesse storico-artistico, ma negli ultimi giorni la proprietà aveva preteso lo sgombero cacciando subito gli occupanti.

Gioiello vintage degli anni Cinquanta, progettato da Angelo Di Castro, architetto torinese molto attivo nella capitale, il trasteverino cinema America è chiuso da oltre 14 anni. Lasciato nel degrado, ha rischiato di essere abbattuto per lasciare spazio – secondo un progetto presentato dai nuovi proprietari – a 20 mini appartamenti e a due piani di garage. E’ occupato dal novembre del 2012. Da allora, quella che era partita come una scommessa è diventata un’esperienza solida e stabile e il cinema è stato un punto di ritrovo degli studenti medi e della gente del quartiere con un cartellone di eventi che andava dal teatro ai dibattiti ai concerti senza disdegnare le partite della Roma su grande schermo. Per salvare la struttura negli anni si sono mossi in tanti, dai grandi nomi del cinema (Verdone, Celestini, Rosi, Benni, Sorrentino) alle firme dell’architettura che oltre un anno fa hanno promosso una raccolta di firme contro la demolizione.

Di che tipo di risorsa condivisa si tratta?

materiale

Comunità collaborativa che se ne prende cura

Ci sono cittadini, associazioni, imprenditori o commercianti, scuole, università o altre istituzioni culturali che si stanno prendendo cura (o hanno manifestato l’intenzione di prendersi cura) di questa risorsa condivisa nell’interesse della collettività? Si

Come si chiama la comunità? cinema america occupato

Governance

Questa comunità collaborativa non intende dare vita a una forma di gestione della risorsa condivisa che sia sostenibile dal punto di vista ambientale, economico, sociale, culturale per garantirne la fruizione da parte di tutta la collettività

via Natale del grande Municipio I / Trastevere, Roma 00153 Italia

https://americaoccupato.org/

Parco Nemorense o Virgiliano

Parco Nemorense o Virgiliano

Il Parco Nemorense, realizzato nel 1930, conserva a tutt’oggi sia l’originario impianto che la funzione di parco “di quartiere” per cui era stato creato. E’ attrezzato con giostre, giochi per bambini e campi di bocce.
Si trova nella zona residenziale tra via Nemorense e l’asse viario Corso Trieste- viale Eitrea.
Il Parco è chiamato anche Virgiliano in quanto inaugurato nell’anno del bimillenario del poeta latino Virgilio.

Comunità collaborativa che se ne prende cura

Ci sono cittadini, associazioni, imprenditori o commercianti, scuole, università o altre istituzioni culturali che si stanno prendendo cura (o hanno manifestato l’intenzione di prendersi cura) di questa risorsa condivisa nell’interesse della collettività? Si

Come si chiama la comunità? Comitato Quelli che il Parco

Governance

Questa comunità collaborativa intende dare vita a una forma di gestione della risorsa condivisa che sia sostenibile dal punto di vista ambientale, economico, sociale, culturale per garantirne la fruizione da parte di tutta la collettività

Di quale dispositivo di governance? Regolazione

Via nemorense 41, angolo via Panaro Municipio Secondo, Quartiere Trieste, Roma 00199 Italia

http://www.sovraintendenzaroma.it/i_luoghi/ville_e_parchi_storici/passeggiate_parchi_e_giardini/parco_nemorense_o_virgiliano

Hortus Urbis

Hortus Urbis

Hortus Urbis è un progetto sperimentale sullo spazio pubblico e la biodiversità gestito dall’associazione Zappata Romana nato nel 2012 a Roma in un’area verde non utilizzata nella cornice del Parco dell’Appia Antica destinandola a spazio condiviso e ad orto a vocazione didattica con piante utilizzate ai tempi dell’antica Roma selezionate fra quelle scoperte negli scavi di Pompei o citate da Columella, Plinio il Vecchio, Catone, Virgilio.

Il Parco dell’Appia Antica è una delle aree protette più significative della città per la sua posizione in pieno centro urbano e per lo straordinario potenziale di carattere storico e ambientale che può trasmettere soprattutto alle generazioni più giovani.

Le finalità del progetto riguardano tanto gli aspetti naturali quanto quelli culturali. L’obiettivo che ci si prefigge è aumentare la sensibilità dei bambini, dei giovani e degli adulti sui temi della biodiversità; acquisire informazioni e ragionare sulle differenze culturali e colturali tra presente e passato; indurre nei bambini, nei giovani e negli adulti il rispetto della natura attraverso la comprensione e la conoscenza. Si tratta di un progetto di educazione al rispetto e alla tutela del patrimonio storico-artistico e più in generale dell’ambiente.

Presso l’Hortus Urbis si tengono tutte le domeniche laboratori per bambini che hanno come fulcro centrale la natura, l’alimentazione e la cultura. Sono previsti moduli educativi in collaborazione con associazioni e gruppi attivi sul territorio che riguardano il giardinaggio, la cucina, la pittura: orto creativo, orto in tavola, musica nell’orto, orto da favola ed edible eating. Durante la settimana vengono ospitate le scuole del territorio. Sono inoltre previsti corsi per adulti di giardinaggio, conoscenza delle piante spontanee, recupero di antichi saperi come la cesteria, potatura di rose, cucina, acquarelli.

L’Hortus Urbis è mantenuto attraverso le attività di volontariato di cittadini e con il supporto di associazioni locali, senza contributi pubblici.

Di che tipo di risorsa condivisa si tratta?

materiale

Comunità collaborativa che se ne prende cura

Ci sono cittadini, associazioni, imprenditori o commercianti, scuole, università o altre istituzioni culturali che si stanno prendendo cura (o hanno manifestato l’intenzione di prendersi cura) di questa risorsa condivisa nell’interesse della collettività? Si

Come si chiama la comunità? Zappata Romana

Governance

Questa comunità collaborativa ha dato vita a una forma di gestione della risorsa condivisa che sia sostenibile dal punto di vista ambientale, economico, sociale, culturale per garantirne la fruizione da parte di tutta la collettività

Di quale dispositivo di governance? associazione

l’ex Cartiera Latina, via Appia Antica Appia Antica, Roma 00179 Italia

http://www.hortusurbis.it/

Villa Glori

Villa Glori

Parco di 25 ettari nel quartiere Parioli dedicato ai caduti della prima guerra mondiale con un piccolo maneggio, un parco giochi e diverse installazioni di artisti contemporanei.

All’interno del parco si trova la casa famiglia della caritas Don Luigi Di Liegro per i malati di aids.

Comunità collaborativa che se ne prende cura

Ci sono cittadini, associazioni, imprenditori o commercianti, scuole, università o altre istituzioni culturali che si stanno prendendo cura (o hanno manifestato l’intenzione di prendersi cura) di questa risorsa condivisa nell’interesse della collettività? Si

Come si chiama la comunità? Casa famiglia Don Luigi di Diegro

Governance

Questa comunità collaborativa ha dato vita a una forma di gestione della risorsa condivisa che sia sostenibile dal punto di vista ambientale, economico, sociale, culturale per garantirne la fruizione da parte di tutta la collettività

Di quale dispositivo di governance? agenzia di comunità

Piazzale del parco della rimembranza municipio II, Roma 00197 Italia

http://www.sovraintendenzaroma.it/i_luoghi/ville_e_parchi_storici/passeggiate_parchi_e_giardini/villa_glori