Cantiere Piazza dei Colori

Cantiere Piazza dei Colori

Nel cantiere Croce del Biacco (vivere insieme) ci si concentra sul fornire alla comunità il supporto necessario per progettare una forma di governance che sia in grado di gestire un distretto di economia collaborativa e innovazione sociale. Il processo che il percorso CO-Bologna mira ad avviare prevede il coinvolgimento di residenti e associazioni del Patto di Collaborazione Area Croce del Biacco, di innovatori sociali selezionati attraverso il bando Incredibol e dei migranti ospiti dell’hub di Via Mattei, in una progettualità condivisa riguardante Piazza dei Colori, una piazza al centro di un complesso di edilizia residenziale pubblica.

piazza dei colori

Cantiere Bolognina

Cantiere Bolognina

Il cantiere si colloca in un’area interessata da esperienze esemplari di cura e rigenerazione dei beni comuni e di innovazione sociale e culturale, e si pone l’obiettivo di connettere tra loro le progettualità già in essere, aumentandone le potenzialità e offrendo nuove occasioni di collaborazione nell’uso degli spazi, anche privati.

Ad oggi CO-Bologna ha contribuito alla costituzione di una Associazione di Comunità tra i commercianti delle vie degli artisti della Bolognina; mentre nel medio e lungo termine si propone di accompagnare gli attori locali nella costruzione di un Distretto Urbano di Miglioramento della Bolognina  (DUMBO), al fine di creare una regia di quartiere che sintetizzi una formula di partenariato pubblico-privato-comunità istituzionalizzato, modellando il processo sull’esperienza di successo di Pilastro 2016.

La prossima azione interesserà gli spazi dell’abitare e prevede la realizzazione di un percorso di co-progettazione, che vedrà coinvolte due tipologie di condomini (pubblico e privato), per l’individuazione di forme collaborative di gestione delle parti comuni e dei servizi. Al percorso di riflessione sugli spazi privati seguirà il confronto sullo spazio pubblico, grazie al coinvolgimento dell’Associazione dei commercianti e dei soggetti più attivi nel campo dell’innovazione, con la finalità di: condividere iniziative comuni di promozione dell’area; avanzare proposte di cura della comunità e identificare azioni di risposta ai bisogni espressi durante il percorso con i residenti.

Il processo è supportato da Federcasa che lo considera una sperimentazione utile in chiave di innovazione delle politiche abitative di livello nazionale. Esso è coordinato da LabGov e si avvale della collaborazione di ACER Bologna, ASPPI, Quartiere Navile e delle competenze  di Kilowatt e CBS-Abito.

bolognina, bologna

Cantiere Pilastro

Cantiere Pilastro

A Pilastro, il percorso CO-Bologna si è innestato sulla progettualità strategica del Comune “Pilastro 2016”. Pilastro 2016 è un progetto promosso dal Comune di Bologna nell’ambito della politica pubblica “Collaborare è Bologna”. Il progetto è realizzato con il contributo di Regione Emilia Romagna e Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, coordinato dalla Cooperativa sociale Camelot – Officine Cooperative. Pilastro 2016 ha l’obiettivo di mettere in connessione la ricchezza del capitale sociale e culturale del Pilastro con le esigenze economiche esistenti e in via di sviluppo nell’area a nord-est della città.

Nell’ambito del progetto Pilastro 2016 è nato ‪il gruppo “Mastro Pilastro”, che offre servizi di vicinato ai residenti ed è costituito da un gruppo di abitanti del Pilastro dai 18 ai 30 anni, selezionati fra ragazzi della zona in cerca di lavoro. L’obiettivo del progetto è mettere assieme i giacimenti di capitale sociale, culturale e imprenditoriale della comunità con le vocazioni economiche del Pilastro. In questo ambito CO-Bologna ha contribuito alla nascita della prima regia di quartiere centrata sulla formula di partenariato pubblico-privato-comunità istituzionalizzato, l’agenzia locale di sviluppo “Pilastro Nord Est”. CO-Bologna ha inoltre avviato un percorso di co-progettazione e varie attività di accompagnamento del gruppo “Mastro Pilastro” per giungere alla costituzione della prima cooperativa di comunità urbana. Attraverso CO-Bologna il gruppo “Mastro Pilastro” si è nel frattempo costituito in “Associazione di Comunità Urbana”.

pilastro bologna