strike

Nel 2002, durante la street parade dello sciopero generalizzato, 5000 studenti, precari e migranti hanno occupato uno stabile abbandonato sulla Tiburtina. Nasceva lo Strike SpA, un’occupazione che si è data l’obiettivo di trasformare uno spazio privato, abbandonato, in uno spazio pubblico: una proprietà privata in una proprietà comune, non comunale, ma autogestita. Fin dal principio, abbiamo sostenuto che il “problema” sollevato dall’occupazione non riguardava semplicemente il proprietario privato che reclamava lo sgombero, ma la città nel suo insieme, il suo nuovo assetto urbanistico e la distribuzione delle risorse per le politiche sociali e culturali.

Comunità collaborativa che se ne prende cura

Ci sono cittadini, associazioni, imprenditori o commercianti, scuole, università o altre istituzioni culturali che si stanno prendendo cura (o hanno manifestato l’intenzione di prendersi cura) di questa risorsa condivisa nell’interesse della collettività? Si

Come si chiama la comunità? strike

Governance

Questa comunità collaborativa ha dato vita a una forma di gestione della risorsa condivisa che sia sostenibile dal punto di vista ambientale, economico, sociale, culturale per garantirne la fruizione da parte di tutta la collettività

Di quale dispositivo di governance? agenzia di comunità

via del portonaccio portonaccio, Roma 00159 Italia

http://strike-spa.net/




Project Details

Added: 26.07.18
Co-City: